La Fortezza di Civitella del Tronto, situata a 600 mt slm in posizione strategica, sul confine settentrionale del Regno di Napoli, è una delle più grandi e importanti opere di ingegneria militare d’Europa, estesa per 25.000 mq con una lunghezza di 500 mt.
Fu Filippo d’Asburgo a partire dal 1564 ad apportarvi una consistente trasformazione, a seguito di un’eroica resistenza da parte dei civitellesi alle truppe francesi. Nel 1730 dagli Asburgo si passò alla dominazione dei Borboni, che di nuovo si opposero valorosamente ai francesi nel 1806 e, successivamente nel 1860 ai Piemontesi, cedendo definitivamente al Regno d’Italia ben 3 giorni dopo la proclamazione dell’avvenuta unificazione.

Attualmente la struttura è completamente visitabile grazie ad un importante intervento di restauro del 1975/1985 a cura della Sovrintendenza de L’Aquila. All’interno della fortezza di particolare interesse è il Museo delle Armi Antiche con interessanti cimeli storici, inoltre ad affascinare le visitatrici c’è il NACT il Nina Museo delle Arti Creative e Tessili che conserva abiti e preziosi pezzi d’epoca.

Civitella del Tronto è inclusa tra i Borghi più Belli d’Italia, le sue suggestive vedute e le caratteristiche vie di paese, sono uno spettacolo unico per il turista, che qui ritrova ancora intatto lo spirito dei tipici paesini d’Abruzzo in un ultimo baluardo di autenticità.